RGB

44°58’55”92 N, 08°12’41”76 E

PROVA DI SCRITTURA

Ma c’è chi giura che esisti, forse non ti so cercare / o rassegnarmi a cadere / e tu giochi a nasconderti non ti fai trovare, sembriamo / due strani innamorati ma io ti sento / qui alle mie spalle, / a volte mi sento toccare.                                                                                                                                                     (S. Toma, Il canzoniere della morte)

Il processo e la forma del lavoro è in base alla trasformazione del tempo.

SERIE PRIMA

installazione LiquidoSolido

https://mega.nz/folder/XotWxJaK#FzuOSdlo55-Yuco_fJFn8g

serie seconda

RGB (Asti - roseto della sorpresa) e RGB 44°58’55”92 N, 08°12’41”76 E (Como - GSGo)

E’ difficile dare un nome alle cose, poi quando ci devi scrivere sopra, spiegare cosa hai visto è ancora peggio. A volte ci accontentiamo di frammenti, di segni che illuminano. Traccia di un incontestabile passaggio, scie, movimenti non fisici: la forma nelle tele è proprio questo. La forma ha perso la sua importanza. Matrice, che si pone tra la rappresentazione e il corpo stesso dell’albero, è la crescita continua di un legame a cui è stato dato del tempo.


Come quando cammino in un bosco...

le tracce sono state lasciate dai grandi saggi del bosco - faggio, castagno e quercia.

Questi sono i punti di riferimento.

L’ultimo spazio (tre fogli da lucido sovrapposti) è stato dato alla scrittura - come geografia del tempo e dell’albero.

carotaggio posizionato nel 2021 - Como

installazione site specific

dal 2016 al 2021

IL TEMPO

3 teli di lino interrati che riportano l'impronta della corteccia e del tempo

 

LA GEOGRAFIA

3 disegni su carta da lucido (sovrapposti) che riportano le linee delle impronte della corteccia sul telo di lino

IL PASSAGGIO

carotaggi nel terreno

pigmento naturale, cemento e cemento ricamato

https://mega.nz/folder/vxMGALbY#w4_cDeXheb09SSx0bVXR8g

carotaggio dal 2016 al 2021

particolare - cemento ricamato

serie di tre disegni sovrapposti su carta da lucido